L'Associazione Il Detenuto Ignoto nasce con l'intento di affermare e promuovere i diritti dei cittadini detenuti, in attuazione di quanto disposto dall'articolo 27 della Costituzione italiana. Il Detenuto Ignoto in questi anni è stata animatrice di importanti iniziative, attraverso lo studio delle realtà e delle politiche del sistema penitenziario italiano, la consulenza e la produzione legislativa, il coordinamento di comitati, l'organizzazione di seminari, convegni, eventi e manifestazioni.

COME CONTATTARE L'ASSOCIAZIONE:

email: Info@DetenutoIgnoto.com


Via di Torre Argentina 76, presso Partito Radicale 00186 Roma





martedì 14 marzo 2017

Marcia di Pasqua del Partito Radicale per chiedere amnistia. Don Ciotti “grazie ancora per il vostro impegno, continuiamo a camminare insieme”

Sono finora giunte numerose e importanti adesioni all’iniziativa del Partito Radicale prevista per la domenica di Pasqua, il prossimo 16 aprile: la V Marcia per l’Amnistia, La Giustizia, lo Stato di Diritto, che prenderà il via dal carcere romano di Regina Cœli per concludersi in Piazza San Pietro.
Tra gli altri, segnaliamo le belle parole rivolte ieri da Don Luigi Ciotti, fondatore del coordinamento Libera, Associazioni contro le mafie, al Partito Radicale per questa occasione.

È possibile leggere l’appello e annunciare la propria partecipazione alla Marcia di Pasqua tramite il sito ufficiale: Amnistia per la Repubblica.

Di seguito il testo della lettera di Don Luigi Ciotti ai promotori della marcia:

“Cari Amici,

È importante tenere alta l’attenzione – e in questo voi siete da sempre un punto di riferimento – su problemi come quelli del carcere e più in generale della giustizia. Problemi che, se trascurati o strumentalizzati, possono distruggere la base stessa di una convivenza basata sui diritti e sulla dignità, nella quale ci riconosciamo diversi come persone e uguali come cittadini. Come è importante farlo con il metodo e lo ” Stile” che vi contraddistinguono: partendo dalla vita e dalla storia delle persone, dai loro bisogni e dalle loro speranze, in quella relazione stretta che è premessa di una giustizia più giusta e di una democrazia più vera. Grazie ancora il vostro impegno, continuiamo a camminare insieme.

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget