L'Associazione Il Detenuto Ignoto nasce con l'intento di affermare e promuovere i diritti dei cittadini detenuti, in attuazione di quanto disposto dall'articolo 27 della Costituzione italiana. Il Detenuto Ignoto in questi anni è stata animatrice di importanti iniziative, attraverso lo studio delle realtà e delle politiche del sistema penitenziario italiano, la consulenza e la produzione legislativa, il coordinamento di comitati, l'organizzazione di seminari, convegni, eventi e manifestazioni.

COME CONTATTARE L'ASSOCIAZIONE:

email: Info@DetenutoIgnoto.com


Via di Torre Argentina 76, presso Partito Radicale 00186 Roma





venerdì 14 novembre 2014

Bollate (Mi): detenuto di 53 anni muore dopo malore, sintomi sottovalutati dai medici

di Riccardo Arena

www.radiocarcere.com, 14 novembre 2014

Nel carcere "modello" di Bollate, la morte di un detenuto avvenuta in circostanze sospette. Sergio Zea, di 53 anni, muore dopo essere stato per due volte in infermeria. Milano, 22 ottobre. Carcere di Bollate. Sono le 7 del mattino. Sergio Zea, detenuto di 53 anni, ha un improvviso dolore al petto e al braccio sinistro. Sergio viene portato dal medico del carcere. Medico che lo visita e che lo rimanda in cella dopo avergli dato una tachipirina.
Sono le 8 del mattino. Sergio Zea sta di nuova male. I sintomi sono gli stessi: dolore al petto e al braccio sinistro. Il compagno di cella chiede aiuto. Il personale della polizia penitenziaria porta Sergio Zea in infermeria. Verso le 9, Sergio Zea muore. Domanda: se questo accade in carcere "modello", cosa potrà mai accadere nelle altre carceri che "modelli" non sono?

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget