L'Associazione Il Detenuto Ignoto nasce con l'intento di affermare e promuovere i diritti dei cittadini detenuti, in attuazione di quanto disposto dall'articolo 27 della Costituzione italiana. Il Detenuto Ignoto in questi anni è stata animatrice di importanti iniziative, attraverso lo studio delle realtà e delle politiche del sistema penitenziario italiano, la consulenza e la produzione legislativa, il coordinamento di comitati, l'organizzazione di seminari, convegni, eventi e manifestazioni.

COME CONTATTARE L'ASSOCIAZIONE:

email: Info@DetenutoIgnoto.com


Via di Torre Argentina 76, presso Partito Radicale 00186 Roma





mercoledì 24 ottobre 2012

CARCERI: ILARIA CUCCHI, VICINA AI RADICALI NELLO SCIOPERO DELLA SETE = 'IN UNA DEMOCRAZIA NON SI DOVREBBE ARRIVARE A TANTO PER SCUOTERE COSCIENZE'

 Roma, 26 ott. - (Adnkronos) - "Voglio esprimere la mia vicinanza a Rita Bernardini e Irene Testa che stanno conducendo un'iniziativa cosi' dura come lo sciopero della sete per denunciare la drammatica condizione delle nostre carceri". Lo ha dichiarato...
Ilaria Cucchi in un messaggio inviato oggi ai Radicali in sciopero della sete per ribadire la necessita' di un provvedimento di amnistia.

"In un Paese che si definisce civile e democratico non si dovrebbe arrivare a tanto per scuotere le coscienze e richiamare le istituzioni alla legalita' - ha aggiunto Ilaria Cucchi - ma purtroppo la politica e' impegnata a fare leggi ad personam, invece di legiferare per migliorare le condizioni di vita dei detenuti e garantire il rispetto dei diritti umani per tutti i cittadini".

Infatti, la deputata radicale Rita Bernardini e la segretaria dell'associazione 'Il Detenuto Ignoto' stanno portando avanti oggi il primo giorno di sciopero della sete, inframmezzato allo sciopero della fame iniziato alla mezzanotte di mercoledi' scorso, per ribadire l'urgenza di un provvedimento di amnistia per riportare alla legalita' le carceri italiane e la giustizia. Al loro fianco in digiuno anche numerosi altri dirigenti e militanti Radicali.

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget