L'Associazione Il Detenuto Ignoto nasce con l'intento di affermare e promuovere i diritti dei cittadini detenuti, in attuazione di quanto disposto dall'articolo 27 della Costituzione italiana. Il Detenuto Ignoto in questi anni è stata animatrice di importanti iniziative, attraverso lo studio delle realtà e delle politiche del sistema penitenziario italiano, la consulenza e la produzione legislativa, il coordinamento di comitati, l'organizzazione di seminari, convegni, eventi e manifestazioni.

COME CONTATTARE L'ASSOCIAZIONE:

email: Info@DetenutoIgnoto.com


Via di Torre Argentina 76, presso Partito Radicale 00186 Roma





martedì 29 maggio 2012

Carceri, Severino: Sovraffollamento, quasi 10% detenuti in meno


L'emergenza sovraffollamento nelle carceri ha fatto registrare "qualche successo" grazie ai primi interventi del governo: lo ha detto il ministro della Giustizia Paola Severino, intervenendo alla presentazione del libro 'Detenuti' della deputata del Pdl Melania Rizzoli.
La guardasigilli ha rivendicato i successi del cosiddetto decreto 'Salva-carceri', ha ricordato che nel primo trimestre del 2012 "tremila persone in meno hanno evitato il primo ingresso in carcere" per pochi giorni, in relazione al cosiddetto fenomeno delle 'porte girevoli': cioè degli arrestati che vanno ad affollare le carceri per alcune pratiche burocratiche per essere subito dopo rilasciati. Risultati positivi, ha detto ancora Severino, "sono venuti dall'innalzamento dai 12 ai 18 mesi della pena residua da scontare ai domiciliari: sono usciti in duemila, seimila erano già usciti grazie alla precendente norma Alfano".
"Una ulteriore riduzione - ha spiegato il ministro - è venuta grazie ai nuovi posti costruiti nelle carceri, quasi mille". L'effetto complessivo sul sovraffollamento, considerando che la popolazione detenuta in Italia oscilla attorno alle 66mila unità, è "quindi di una riduzione di 6mila unità, quasi il 10% in meno - ha evidenziato Severino - e questo risultato è stato raggiunto senza che le strade, come era stato paventato, si siano riempite di gente pronta a rapinare". A giudizio della guardasigilli in relazione a questi dati, "la recidiva è stata marginale".(La politicaitaliana.it)

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget