L'Associazione Il Detenuto Ignoto nasce con l'intento di affermare e promuovere i diritti dei cittadini detenuti, in attuazione di quanto disposto dall'articolo 27 della Costituzione italiana. Il Detenuto Ignoto in questi anni è stata animatrice di importanti iniziative, attraverso lo studio delle realtà e delle politiche del sistema penitenziario italiano, la consulenza e la produzione legislativa, il coordinamento di comitati, l'organizzazione di seminari, convegni, eventi e manifestazioni.

COME CONTATTARE L'ASSOCIAZIONE:

email: Info@DetenutoIgnoto.com


Via di Torre Argentina 76, presso Partito Radicale 00186 Roma





lunedì 16 aprile 2012

In quattrocento al corteo di solidarietà per i carcerati


Rimini, 16 aprile 2012 - Un corteo di 400 persone ha attraversato ieri la città dal carcere dei Casetti sino alla chiesa di Sant’Agostino. La manifestazione ‘dietro le sbarre-vicino ai detenuti’ organizzata dall’associazione Papa Giovanni XXIII per la prima volta a Rimini, ha visto una grande partecipazione.


A sfilare per le vie del centro, in un cammino lungo tre chilometri, sono stati in tanti. E la presenza più significativa è stata quella di una settantina di carcerati provenienti da tutt’Italia. Insieme ai detenuti hanno manifestato i loro parenti, ma anche tanti volontari e semplici cittadini che hanno voluto testimoniare la loro solidarietà a chi è sceso in strada per chiedere un sistema carcerario più umano.


Il corteo è partito alle 14.30 dai Casetti ed è arrivato alle 17.30 alla chiesa di Sant’Agostino dove ad attenderlo, per la benedizione, c’era il vescovo, Francesco Lambiasi. La messa è stata officiata da don Adamo, cappellano del carcere di Piacenza, che ha voluto al suo fianco due detenuti.


L’Associazione Papa Giovanni XXIII- servizio carcere è attiva in tutt’Italia. "Tra chi esce dalle nostre comunità — spiega Giorgio Pieri — la percentuale di chi torna a delinquere è del 10 per cento contro il 70 per cento di chi sconta la pena in carcere". (Il Resto del Carlino Rimini)

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget