L'Associazione Il Detenuto Ignoto nasce con l'intento di affermare e promuovere i diritti dei cittadini detenuti, in attuazione di quanto disposto dall'articolo 27 della Costituzione italiana. Il Detenuto Ignoto in questi anni è stata animatrice di importanti iniziative, attraverso lo studio delle realtà e delle politiche del sistema penitenziario italiano, la consulenza e la produzione legislativa, il coordinamento di comitati, l'organizzazione di seminari, convegni, eventi e manifestazioni.

COME CONTATTARE L'ASSOCIAZIONE:

email: Info@DetenutoIgnoto.com


Via di Torre Argentina 76, presso Partito Radicale 00186 Roma





giovedì 12 aprile 2012

Giustizia: Governo agisca per arginare sfascio. Dati Corte Strasburgo sono vergogna per Italia


"L'unica, vera riforma della giustizia e' quella che prevede soluzioni strutturali e che quindi permetta ai cittadini di vedere rispettati i propri diritti in tempi adeguati. Il resto sono solo chiacchiere e politichese”. A dirlo e' l'europarlamentare e capodelegazione Idv Niccoló Rinaldi, commentando il rapporto del Consiglio d'Europa che assegna all'Italia la 'maglia nera' quanto a lentezza della giustizia.

"Un Paese veramente civile – ha aggiunto – metterebbe al primo posto la riforma di un sistema che fa acqua da tutte le parti, e che di fatto si tramuta in uno stillicidio di diritti negati e d'un diffuso senso d'impunitá. Bisogna subito stanziare fondi e velocizzare la macchina burocratica per invertire la rotta e permettere ai cittadini di tornare a fidarsi dello Stato e di una giustizia finalmente efficiente”.
Secondo Rinaldi, “non affrontando questo tema con azioni incisive, il governo si rende corresponsabile di uno sfascio in cui a rimetterci sono solo i cittadini. Oggi per la giustizia negata, e domani per i risarcimenti che l'Italia e' costretta a pagare, in alcuni casi addirittura in ritardo”. (blog Niccolò Rinaldi)

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget