L'Associazione Il Detenuto Ignoto nasce con l'intento di affermare e promuovere i diritti dei cittadini detenuti, in attuazione di quanto disposto dall'articolo 27 della Costituzione italiana. Il Detenuto Ignoto in questi anni è stata animatrice di importanti iniziative, attraverso lo studio delle realtà e delle politiche del sistema penitenziario italiano, la consulenza e la produzione legislativa, il coordinamento di comitati, l'organizzazione di seminari, convegni, eventi e manifestazioni.

COME CONTATTARE L'ASSOCIAZIONE:

email: Info@DetenutoIgnoto.com


Via di Torre Argentina 76, presso Partito Radicale 00186 Roma





mercoledì 7 marzo 2012

Un altro tentato suicidio in carcere


Detenuto tenta di suicidarsi, salvato dagli agenti della polizia penitenziaria.
E' accaduto nel tardo pomeriggio di ieri nel carcere di Porto Azzurro (Livorno) secondo quanto riferisce il sindacato Sappe il cui segretario generale Donato Capece esprime apprezzamento nei confronti degli agenti che "con il loro tempestivo intervento hanno salvato la vita a un detenuto che ha tentato il suicidio in cella mediante impiccamento".

Capece sottolinea come "ancora una volta solo grazie alla professionalità, al tempestivo intervento, alle capacità, all'umanità ed all'attenzione del personale di polizia penitenziaria che un detenuto è stato salvato da un tentativo di suicidio. Un gesto particolarmente importante e da mettere in evidenza, tanto che il Sappe chiederà all'Amministrazione penitenziaria una adeguata ricompensa al personale di polizia che è intervenuto per salvare la vita al detenuto. Un gesto eroico e da valorizzare che nelle carceri italiane accade con drammatica periodicità".

Secondo dati diffusi dal Sappe nel solo 2010 la polizia penitenziaria ha sventato "ben 1.137 tentativi di suicidio di detenuti" e impedito "che i 5.703 atti di autolesionismo posti in essere da altrettanti ristretti potessero degenerare ed ulteriori avere gravi conseguenze". (Gonews.it)

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget