L'Associazione Il Detenuto Ignoto nasce con l'intento di affermare e promuovere i diritti dei cittadini detenuti, in attuazione di quanto disposto dall'articolo 27 della Costituzione italiana. Il Detenuto Ignoto in questi anni è stata animatrice di importanti iniziative, attraverso lo studio delle realtà e delle politiche del sistema penitenziario italiano, la consulenza e la produzione legislativa, il coordinamento di comitati, l'organizzazione di seminari, convegni, eventi e manifestazioni.

COME CONTATTARE L'ASSOCIAZIONE:

email: Info@DetenutoIgnoto.com


Via di Torre Argentina 76, presso Partito Radicale 00186 Roma





lunedì 5 marzo 2012

Giustizia: troppe morti, il Dap riattiva l’Unità di monitoraggio degli eventi suicidari


Sono 13 i detenuti che dall’inizio del 2012 si sono suicidati. Il Capo del Dap ha disposto con effetto immediato la riattivazione dell’Unità di monitoraggio degli eventi suicidari (Umes) che, da direttore dell’Ufficio Studi del Dap, aveva attivato nel 2001, anno in cui si toccò un picco di 69 casi di suicidio.
“L’Umes”, ha precisato Giovanni Tamburino, “ha agito attraverso l’analisi dei singoli casi, la conoscenza dei dati biografici e penali della persona, le condizioni di detenzione”.
Il Capo del Dap evidenzia che “il lavoro degli operatori penitenziari e della Polizia Penitenziaria costituisce un valore assoluto nell’impegno con il quale quotidianamente si fronteggia l’emergenza carceri.
In particolare, la Polizia Penitenziaria, pur con tutte le difficoltà in cui si trova a operare - interviene con professionalità, mettendo anche a rischio la propria incolumità, nelle situazioni di emergenza e criticità. Sono numerosi gli episodi di tentativi di suicidio di detenuti che non hanno esito proprio grazie alla tempestività dell’intervento degli agenti che operano delle sezioni detentive”.
Agi

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget