L'Associazione Il Detenuto Ignoto nasce con l'intento di affermare e promuovere i diritti dei cittadini detenuti, in attuazione di quanto disposto dall'articolo 27 della Costituzione italiana. Il Detenuto Ignoto in questi anni è stata animatrice di importanti iniziative, attraverso lo studio delle realtà e delle politiche del sistema penitenziario italiano, la consulenza e la produzione legislativa, il coordinamento di comitati, l'organizzazione di seminari, convegni, eventi e manifestazioni.

COME CONTATTARE L'ASSOCIAZIONE:

email: Info@DetenutoIgnoto.com


Via di Torre Argentina 76, presso Partito Radicale 00186 Roma





mercoledì 28 marzo 2012

GIUSTIZIA: TOUADI' (PD) ADERISCO A MARCIA PER AMNISTIA, OCCORRE INTERROMPERE REATO COMPIUTO DALLO STATO


Roma, 28 marzo 2012

"Io parto da una affermazione che mi ha sempre colpito di Marco Pannella, quando dice che bisogna prima di tutto interrompere la flagranza di reato dello Stato contro le sue stesse leggi".
Lo ha detto il deputato del Pd Jean Leonard Touadi, intervistato da Radio Radicale sulla marcia del 25 aprile per l'amnistia, la giustizia e la libertà.
"C'è una successione di tradimenti dello Stato nei confronti della sua stessa Costituzione, che proibisce trattamenti disumani e degradanti e proibisce la pena come una sorta di tortura di Stato. Dunque La stessa legge italiana non rispetta le sue norme. Tutto questo fa sì che l'illegalità sia patente e sostanziale, una violazione dei diritti delle persone. Il carcere non restituisce persone riconciliate con la società, ma peggiori di quando sono entrate. Per questo aderisco con convinzione a questa marcia e a questa mobilitazione, una mobilitazione per la legalità, perché questa violazione flagrante possa essere interrotta", ha concluso Touadì.

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget