L'Associazione Il Detenuto Ignoto nasce con l'intento di affermare e promuovere i diritti dei cittadini detenuti, in attuazione di quanto disposto dall'articolo 27 della Costituzione italiana. Il Detenuto Ignoto in questi anni è stata animatrice di importanti iniziative, attraverso lo studio delle realtà e delle politiche del sistema penitenziario italiano, la consulenza e la produzione legislativa, il coordinamento di comitati, l'organizzazione di seminari, convegni, eventi e manifestazioni.

COME CONTATTARE L'ASSOCIAZIONE:

email: Info@DetenutoIgnoto.com


Via di Torre Argentina 76, presso Partito Radicale 00186 Roma





mercoledì 14 marzo 2012

CARCERI, DETENUTO MORTO AL MARASSI DI GENOVA. IL NUMERO DI DECESSI SALE A 33 DALL’INIZIO DEL 2012


Solo ieri il Dap ha annunciato l’intenzione di rispondere all’emergenza suicidi in carcere con la riattivazione dell’Umes, l’Unita’ di monitoraggio degli eventi di suicidio ma non per questo le morti dietro le sbarre smettono di verificarsi. Non solo suicidi ma anche decessi per cause da accertare che, spesso, ci parlano di una sanità carente che passa per prigioni senza spazi e risorse e sovraffollate.

L’ultimo decesso è quello scelto dal detenuto Attilio Dal Zot, ristretto nel carcere Marassi di Genova. Il ragazzo è morto per cause ancore ignote (forse ictus oppure infarto) alle 3 del mattino di domenica scorsa, a soli 35 anni. La sua condizione era delicata: affetto da Hiv era, però, detenuto nella VI sezione del penitenziario di Genova, quella – per intenderci – a grande sorveglianza, dove in genere vengono collocate persone con problemi psichiatrici ma non era il suo caso. Qui l’assistenza medica di cui il detenuto aveva grande necessità è, in genere, carente anche perchè tale sezione non fa parte del centro clinico.

Una situazione che fa discutere. Si ragiona sulla possibilità di evitare questa ennesima morte attraverso risposte diverse alle esigenze del ristretto, con una cartella clinica molto complicata. Con la morte registrata al Marassi si arriva a contare 33 morti in carcere, in Italia, dall’inizio dell’anno.(Clandestinoweb)

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget