L'Associazione Il Detenuto Ignoto nasce con l'intento di affermare e promuovere i diritti dei cittadini detenuti, in attuazione di quanto disposto dall'articolo 27 della Costituzione italiana. Il Detenuto Ignoto in questi anni è stata animatrice di importanti iniziative, attraverso lo studio delle realtà e delle politiche del sistema penitenziario italiano, la consulenza e la produzione legislativa, il coordinamento di comitati, l'organizzazione di seminari, convegni, eventi e manifestazioni.

COME CONTATTARE L'ASSOCIAZIONE:

email: Info@DetenutoIgnoto.com


Via di Torre Argentina 76, presso Partito Radicale 00186 Roma





sabato 4 febbraio 2012

Teramo: un detenuto si impicca, un altro viene salvato dagli agenti di polizia penitenziaria



Un detenuto di origini siciliane si è ucciso impiccandosi, nel pomeriggio di ieri nel carcere di Castrogno. Si chiamava Gianfranco Farina e aveva 38 anni. Avrebbe finito di espiare la pena nel 2017 per reati di mafia. L'uomo verso le 17 di ieri ha tagliato alcune strisce del lenzuolo del suo letto e le ha assicurate alle sbarre della finestra, lasciandosi poi cadere da una sedia. Il suicidio è avvenuto in presenza del compagno di cella del detenuto che però, inspiegabilmente, non si è accorto di nulla. Quando è stato dato l'allarme non è stato possibile fare nulla per il detenuto, che era già senza vita.
Il tempestivo interventi degli agenti di polizia penitenziaria, è stato provvidenziale invece la scorsa notte per salvare invece la vita a un altro detenuto, M.P., teramano ventenne, rinchiuso nella sezione tossicodipendenti che ha tentato il suicidio anche lui impiccandosi. È accaduto dopo la mezzanotte: in questo caso, gli agenti sono intervenuti e hanno strappato dalle sbarre il giovane, soccorrendolo: è fuori pericolo di vita.(ANSA)

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget