L'Associazione Il Detenuto Ignoto nasce con l'intento di affermare e promuovere i diritti dei cittadini detenuti, in attuazione di quanto disposto dall'articolo 27 della Costituzione italiana. Il Detenuto Ignoto in questi anni è stata animatrice di importanti iniziative, attraverso lo studio delle realtà e delle politiche del sistema penitenziario italiano, la consulenza e la produzione legislativa, il coordinamento di comitati, l'organizzazione di seminari, convegni, eventi e manifestazioni.

COME CONTATTARE L'ASSOCIAZIONE:

email: Info@DetenutoIgnoto.com


Via di Torre Argentina 76, presso Partito Radicale 00186 Roma





giovedì 24 novembre 2011

Lettere: l’assistenza sanitaria agli internati dipende dalla "salute mentale"… ma di chi?



di Adriano Sofri

Il Foglio, 23 novembre 2011

Nel libro “Matti in libertà”, dedicato da Maria Antonietta Farina Coscioni allo scandalo degli ospedali psichiatrici giudiziari (Editori internazionali riuniti) è riferita la risposta del ministro della Salute allora in carica in un question time dello scorso 23 marzo.
Il ministro illustra dei suoi “primi provvedimenti” e ne dice che “prevedono un primo sfoltimento del carico di riferimento”. Il carico di riferimento sono le persone. Poi ricorda che “mentre la gestione sanitaria è in carico alle regioni, la gestione, diciamo così, alberghiera, ovverosia di quello che è il decoro e la pulizia degli ambienti, è in carico all’amministrazione penitenziaria”. Infine spiega che la presa in carico delle regioni “deve essere fatalmente graduale, così peraltro come previsto dalla norma, sulla base, naturalmente, della salute mentale”. Di chi?

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget