L'Associazione Il Detenuto Ignoto nasce con l'intento di affermare e promuovere i diritti dei cittadini detenuti, in attuazione di quanto disposto dall'articolo 27 della Costituzione italiana. Il Detenuto Ignoto in questi anni è stata animatrice di importanti iniziative, attraverso lo studio delle realtà e delle politiche del sistema penitenziario italiano, la consulenza e la produzione legislativa, il coordinamento di comitati, l'organizzazione di seminari, convegni, eventi e manifestazioni.

COME CONTATTARE L'ASSOCIAZIONE:

email: Info@DetenutoIgnoto.com


Via di Torre Argentina 76, presso Partito Radicale 00186 Roma





martedì 29 novembre 2011

AMNISTIA: SEVERINO, MEGLIO MISURE ALTERNATIVE A DETENZIONE


Rassegna stampa:




AMNISTIA: SEVERINO, MEGLIO MISURE ALTERNATIVE A DETENZIONE

(ANSA) - ROMA, 29 NOV - Piu' che sull' amnistia, che comunque 'non e' di portata governativa', per incidere sul sovraffollamento delle carceri sarebbe meglio 'verificare se non ci siano altri mezzi deflattivi con portata stabilizzante del sistema carcerario', come le misure alternative alla detenzione. Lo ha sostenuto il ministro della Giustizia PaolaSeverino nella sua audizione alla Commissione giustizia del Senato. (ANSA).


++ CARCERI: SEVERINO, CON BRACCIALETTO RISPARMI NOTEVOLI ++
E SI ABBASSA RECIDIVA
(ANSA) - ROMA, 29 NOV - 'Risparmi notevoli' si otterrebbero con l'uso del braccialetto elettronico come misura alternativa alla detenzione. Lo ha detto il ministro della Giustizia PaolaSeverino al Senato. I problemi tecnici sono risolvibili, ha aggiunto il guardasigilli, secondo cui dove e' applicato il braccialetto 'il tasso di recidiva e' estremamente limitato'.


CARCERI: SEVERINO, ISTITUIRE CARTA DIRITTI E DOVERI DEL DETENUTO =
GUARDASIGILLI, PIU' CHE AMNISTIA PENSARE A MISURE ALTERNATIVE A DETENZIONE


Roma, 29 nov. (Adnkronos) - Si potrebbe 'istituire una carta dei diritti e dei doveri di chi e' in carcere. Una cosa poco costosa ma molto utile a chi entra in carcere'. Lo ha detto il Guardasigilli, Paola Severino,nella sua audizione in commissione Giustizia al Senato. Uno strumento, ha spiegato il titolare del dicastero di via Arenula, 'da tradurre in varie lingue. Un piccolo catalogo per far sentire meno smarrito chi entra in carcere e non sa cosa gli e' vietato fare. Lo aiuterebbe a sottrarsi a forme di approfittamento da parte di chi il sistema lo conosce bene'.
Piu' che sull'amnistia, quindi, che comunque non e' di 'portata governativa', per intervenire sul sovraffollamento delle carceri sarebbe preferibile 'verificare se non ci siano altri mezzi deflattivi, con portata stabilizzante' del sistema carcerario, come le misure alternative alla detenzione.
(Gkd/Col/Adnkronos) 29-NOV-11 14:38

CARCERI: SEVERINO, OCCORRONO SISTEMI ALTERNATIVI A DETENZIONE =
(AGI) - Roma, 29 nov. - "Occorrono una serie possibile di sistemi alternativi alla detenzione, da studiare per consentire una deflazione stabile". Lo ha detto il ministro della Giustizia, Paola Severino, nel corso della sua audizione presso la Commisione Giustizia del Senato. "L'amnistia - ha ricordato la Severino - e' un provvedimento non di iniziativa goevernativa, ma parlamentare. Occorre verificare se non vi siano altri mezzi deflattivi poiche' i provvedimenti svuota carceri sono provvisori, le svuotano e sono destinati a riempirsi di nuovo". (AGI) rmn 291445 NOV 11


CARCERI: SEVERINO, PROVVEDIMENTI PER SVUOTARE ISTITUTI SONO PROVVISORI =

Roma, 29 nov. (Adnkronos) - 'I provvedimenti svuota carceri sono provvisori, perche' poi le carceri tornano a riempirsi. Bisogna fare invece qualcosa di piu' stabile'. Lo ha detto il ministro della Giustizia, PaolaSeverino, nella sua audizione in commissione Giustizia al Senato, in merito all'ipotesi di amnistia.
(Gkd/Col/Adnkronos) 29-NOV-11 14:31

CARCERI. SEVERINO: AMNISTIA? MEGLIO RICORSO A MISURE ALTERNATIVE "ALLARGAMENTO DETENZIONE DOMICILIARE O MESSA IN PROVA"

(DIRE) Roma, 29 nov. - L'amnistia "e' un provvedimento di iniziativa non governativa ma che richiede iniziative parlamentari". Cosi' Paola Severino durante la sua audizione davanti alla commissione Giustizia del Senato sulle linee programmatiche del suo Dicastero.
L'obiettivo, aggiunge il ministro, per affrontare il sovraffollamento, "e' di cercare di verificare se non vi siano dei mezzi deflattivi che abbiano portata maggiormente stabilizzante del sistema carcerario. I provvedimenti svuota carceri- aggiunge- sono dei provvedimenti provvisori. Svuotano momentaneamente le carceri che poi sono destinate a riempiersi nuovamente". Sarebbe come "svuotare il mare con un cucchiaino".
Meglio quindi, continua Severino, l'implementazione di "misure alternative" al carcere come "l'allargamento dell'istituto della detenzione domiciliare: questo potrebbe essere un obiettivo piu' immediato da considerare". O ancora, la "messa in prova che e' un istituto che con i minori ha funzionato benissimo. E' chiaro che va trasferito e trasformato, ma potrebbe essere una forma ideale anche per cercare quel reinserimento sociale che e' uno degli scopi che la nostra costituzione attribuisce alla detenzione".

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget