L'Associazione Il Detenuto Ignoto nasce con l'intento di affermare e promuovere i diritti dei cittadini detenuti, in attuazione di quanto disposto dall'articolo 27 della Costituzione italiana. Il Detenuto Ignoto in questi anni è stata animatrice di importanti iniziative, attraverso lo studio delle realtà e delle politiche del sistema penitenziario italiano, la consulenza e la produzione legislativa, il coordinamento di comitati, l'organizzazione di seminari, convegni, eventi e manifestazioni.

COME CONTATTARE L'ASSOCIAZIONE:

email: Info@DetenutoIgnoto.com


Via di Torre Argentina 76, presso Partito Radicale 00186 Roma





giovedì 7 luglio 2011

Giustizia: Ugl Polizia Penitenziaria; manifestazione per maggiori tutele

Italpress, 6 luglio 2011

“L’Ugl Polizia Penitenziaria prosegue nella sua campagna per la tutela della dignità e della sicurezza del corpo e domani si dà appuntamento a piazza Montecitorio, ore 10:00, per rivendicare maggiori tutele per la categoria. Prenderà parte alla manifestazione anche il segretario generale, Giovanni Centrella”.
Lo rende noto il segretario nazionale dell’Ugl Polizia Penitenziaria, Giuseppe Moretti, spiegando che “con questa manifestazione vogliamo richiamare l’attenzione sulla drammatica situazione in cui versa il sistema penitenziario e rivendicare una serie di misure, tra cui l’adeguamento strutturale delle risorse in dotazione agli agenti, per ottimizzare l’espletamento dei servizi di vigilanza degli istituti e del servizio traduzione dei detenuti”.
“I dati parlano chiaro - precisa il sindacalista - nell’arco di tre anni abbiamo assistito ad una riduzione di oltre il 50% dei fondi assegnati per la manutenzione ordinaria e straordinaria delle carceri. Per non parlare - continua - dei tagli per gli acquisti, la manutenzione e il noleggio dei mezzi di trasporto. Infine - conclude Moretti - chiediamo l’utilizzo del fondo comune dei beni confiscati alle mafie per il pagamento degli arretrati dei servizi di missione del personale, perchè ad oggi gli agenti si trovano a fronteggiare l’emergenza sovraffollamento senza avere l’adeguato stanziamento per la copertura dei costi dei servizi operativi e con mezzi non idonei a garantire la loro stessa sicurezza ed incolumità”.

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget