L'Associazione Il Detenuto Ignoto nasce con l'intento di affermare e promuovere i diritti dei cittadini detenuti, in attuazione di quanto disposto dall'articolo 27 della Costituzione italiana. Il Detenuto Ignoto in questi anni è stata animatrice di importanti iniziative, attraverso lo studio delle realtà e delle politiche del sistema penitenziario italiano, la consulenza e la produzione legislativa, il coordinamento di comitati, l'organizzazione di seminari, convegni, eventi e manifestazioni.

COME CONTATTARE L'ASSOCIAZIONE:

email: Info@DetenutoIgnoto.com


Via di Torre Argentina 76, presso Partito Radicale 00186 Roma





lunedì 14 febbraio 2011

Chieti: detenuto di 27 anni ritrovato morto, disposta l’autopsia per accertare cause del decesso

OSSERVATORIO PERMANENTE SULLE MORTI IN CARCERE

Radicali Italiani, Associazione “Il Detenuto Ignoto”, Associazione “Antigone”Associazione A “Buon Diritto”, Redazione “Radiocarcere”, Redazione “Ristretti Orizzonti”


Chieti: detenuto di 27 anni ritrovato morto, disposta l’autopsia per accertare cause del decesso
È il più giovane tra i sei detenuti morti per “infarto” da inizio anno… il più “anziano” aveva 35 anni

Un detenuto è morto nella Casa circondariale di Chieti, in via Janni. Aveva 27 anni, si chiamava Gaetano Busiello ed era originario di Napoli. Il giovane, detenuto a Chieti da circa 4 mesi, è presumibilmente morto tra le 23 di sabato 12 febbraio e le 4 del mattino di domenica 13. Lo hanno scoperto senza vita i compagni di cella. Domani l'autopsia chiarirà le cause del decesso, al momento l'ipotesi è quella di “infarto”. Subito, oltre che i familiari, sono stati informati il direttore del carcere, il comandante, il magistrato di sorveglianza. Con la morte di Busiello e il suicidio di Gianluca Corsi nel carcere di Velletri da inizio anno salgono a 8 i suicidi in carcere e a 15 il totale dei detenuti morti: 6 di loro avevano meno di 30 anni e altri 7 un’età compresa tra i 32 e i 39 anni.

2 commenti:

Luigi Morsello ha detto...

CIO' CHE COLPISCE E' L'INDIFFERENZA DELLA PUBBLICA OPINIONE DI FRONTE AD UNO STILLICIDIO DI SUICIDI CHE CONTINUA DA UN ANNO ALL'ALTRO.
PURTROPPO NON VI SONO NEL PANORAMA POLITICO ITALIANO INTELLIGENZE COME ANTONIO GRAMSCI, CHE BOLLAVA L'INDIFFERENZA COME UNA PIAGA SOCIALE.

Luigi Morsello ha detto...

O.T.: C'E' QUALCUNO CHE LEGGE I COMMENTI? A ME SEMBRA DI NO.

Si è verificato un errore nel gadget