L'Associazione Il Detenuto Ignoto nasce con l'intento di affermare e promuovere i diritti dei cittadini detenuti, in attuazione di quanto disposto dall'articolo 27 della Costituzione italiana. Il Detenuto Ignoto in questi anni è stata animatrice di importanti iniziative, attraverso lo studio delle realtà e delle politiche del sistema penitenziario italiano, la consulenza e la produzione legislativa, il coordinamento di comitati, l'organizzazione di seminari, convegni, eventi e manifestazioni.

COME CONTATTARE L'ASSOCIAZIONE:

email: Info@DetenutoIgnoto.com


Via di Torre Argentina 76, presso Partito Radicale 00186 Roma





sabato 16 ottobre 2010

Carceri. Perduca e Testa: Senato acceleri su ddl Alfano e ne recuperi testo originario


Dichiarazione del senatore Radicale Marco Perduca e di Irene Testa, Segretario dell'Associazione Detenuto Ignoto


Mentre Marco Pannella e' giunto alla seconda settimana di sciopero della fame per denunciare la situazione delle carceri letteralmente sempre piu' esplosiva, la Commissione Giustizia al Senato s'appresta ad approvare il provvedimento che prevede gli arresti domiciliari per l'ultimo anno di pena. Fino ad ora s'e' perso troppo tempo oltre che lo spirito, seppure minimalista, del ddl Alfano originario alla faccia del Diritto e dei principi costituzionali che dovrebbero governare anche la condizione di quelle migliaia di vite umane che soffrono la situazione di costante illegalità delle patrie galere intollerabilmente sovraffollate
La delegazione Radicale al Senato ha presentanto pochi ma mirati emendamenti tra I quali c'e' la versione originale del ddl adottato dall'unanimita' del Consiglio dei Ministri. Vedremo se la maggioranza ne terra' di conto a fronte di una situazione carceraria dove non vige più alcun rispetto dei diritti umani, ne' del regolamento penitenziario o, sempre piu' spesso, delle condizioni richieste dai trattati internazionali cui l'Italia aderisce.
Non si può continuare a far finta di niente, come non si può avallare la teoria di un ministro della Giustizia che ritiene di aver finora seminato bene. Noi non vediamo ne' semina ne' raccolto, ma se di raccolto possiamo parlare, finora c'è solo quello dei morti sempre più numerosi.

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget