L'Associazione Il Detenuto Ignoto nasce con l'intento di affermare e promuovere i diritti dei cittadini detenuti, in attuazione di quanto disposto dall'articolo 27 della Costituzione italiana. Il Detenuto Ignoto in questi anni è stata animatrice di importanti iniziative, attraverso lo studio delle realtà e delle politiche del sistema penitenziario italiano, la consulenza e la produzione legislativa, il coordinamento di comitati, l'organizzazione di seminari, convegni, eventi e manifestazioni.

COME CONTATTARE L'ASSOCIAZIONE:

email: Info@DetenutoIgnoto.com


Via di Torre Argentina 76, presso Partito Radicale 00186 Roma





martedì 7 settembre 2010

Giustizia: il progetto di legge sulle detenute madri da domani alla Camera

Asca, 7 settembre 2010

Tra i primi impegni che connotano la ripresa dei lavori parlamentari delle Commissioni della Camera figura il testo unificato 2011 contenente disposizioni a tutela del rapporto tra detenute madri e figli minori prevedendo ipotesi agevolate di concessione degli arresti domiciliari o la reclusione in apposite “case protette” per le detenute con bambini piccoli che non possono fruire dei domiciliari per l’entità della pena alla quale sono state condannate.
Mercoledì prossimo la Commissione Giustizia riprenderà l’esame procedendo ad un’audizione del Capo del Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria, Franco Ionta. Nella stessa giornata sarà sviluppato l’esame in sede referente - previsto anche nella giornata di giovedì - per consentire il passaggio in aula programmato per settembre. Il calendario dell’Assemblea prevede anche il seguito dell’esame del ddl 2008 A riguardante la istituzione del Garante nazionale per l’infanzia e l’adolescenza.

1 commento:

Luigi Morsello ha detto...

Speriamo vada in porto. A Milano ce n'è una di "case protette" per detenute madri, merito del provveditore regionale Luigi Pagano e del precedente Presidente della Provincia.
Ho scritto un post su questa vicenda.

Si è verificato un errore nel gadget