L'Associazione Il Detenuto Ignoto nasce con l'intento di affermare e promuovere i diritti dei cittadini detenuti, in attuazione di quanto disposto dall'articolo 27 della Costituzione italiana. Il Detenuto Ignoto in questi anni è stata animatrice di importanti iniziative, attraverso lo studio delle realtà e delle politiche del sistema penitenziario italiano, la consulenza e la produzione legislativa, il coordinamento di comitati, l'organizzazione di seminari, convegni, eventi e manifestazioni.

COME CONTATTARE L'ASSOCIAZIONE:

email: Info@DetenutoIgnoto.com


Via di Torre Argentina 76, presso Partito Radicale 00186 Roma





giovedì 12 agosto 2010

Sassari. "Ferragosto in carcere": Associazione Radicale Il Detenuto Ignoto domani visiterà istituti insieme a parlamentari Pd

Nell’ambito dell’iniziativa nazionale di Radicali Italiani "Ferragosto in carcere", Irene Testa, esponente Radicale e Segretario dell'Associazione Il Detenuto Ignoto, accompagnata dall'On. Guido Melis (Pd)visiteranno l'istituto carcerario di Sassari.

La delegazione visiterà venerdì alle ore 9 il carcere di San Sebastiano a Sassari

FERRAGOSTO 2010 IN CARCERE 
Deputati, senatori e consiglieri regionali di tutti gli schieramenti politici assieme ai garanti per i diritti delle persone private della libertà si uniscono alla "comunità penitenziaria" per una ricognizione approfondita della difficilissima situazione delle carceri italiane; per conoscere meglio e direttamente come vivono la realtà quotidiana direttori, agenti, medici, psicologi, educatori e detenuti per essere così capaci di interpretare i bisogni e di proporre le soluzioni legislative e organizzative adeguate, sia immediate che a medio e lungo termine; ciò affinché gli istituti penitenziari possano essere non solo luogo di espiazione della pena ma realizzare a pieno i valori sanciti dall’art. 27 della Costituzione Italiana secondo il quale le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato; mentre, per quel che riguarda tutti i lavoratori che prestano la loro attività ad ogni livello negli istituti carcerari, devono essere garantite condizioni di lavoro moralmente, socialmente ed economicamente adeguate ai profili professionali ricoperti, che diano il giusto riconoscimento ai compiti di esemplare responsabilità espletati e che consentano di dare completa attuazione ai risultati delle rivendicazioni e delle conquiste, purtroppo oggi ancora in larga parte disattese. Non è un caso che lo stesso Ministro della Giustizia on. Angelino Alfano ha definito la situazione delle carceri italiane "fuori della Costituzione". Per far ciò, venerdì 13 agosto ore 9.00 la delegazione visiterà il carcere San Sebastiano di Sassari.
Per informazioni:
3491091378

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget