L'Associazione Il Detenuto Ignoto nasce con l'intento di affermare e promuovere i diritti dei cittadini detenuti, in attuazione di quanto disposto dall'articolo 27 della Costituzione italiana. Il Detenuto Ignoto in questi anni è stata animatrice di importanti iniziative, attraverso lo studio delle realtà e delle politiche del sistema penitenziario italiano, la consulenza e la produzione legislativa, il coordinamento di comitati, l'organizzazione di seminari, convegni, eventi e manifestazioni.

COME CONTATTARE L'ASSOCIAZIONE:

email: Info@DetenutoIgnoto.com


Via di Torre Argentina 76, presso Partito Radicale 00186 Roma





domenica 1 agosto 2010

Giustizia: al Senato non c’è spazio per approvare ddl entro agosto; il Governo pensa a un decreto

Dire, 1 agosto 2010

Il governo tentato dal decreto legge per fronteggiare l’emergenza carceri. Che potrebbe arrivare già mercoledì 4 agosto in Consiglio dei ministri; è quanto si apprende da fonti parlamentari. Il motivo, viene spiegato, è che in Senato non ci sarà lo spazio per approvare il ddl Alfano, che concede i domiciliari a chi deve scontare un anno di pena, entro la prossima settimana. Il ministro della Giustizia invece, vorrebbe far entrare in vigore le nuove norme già ad agosto. L’unica strada percorribile è quindi un provvedimento di urgenza, che recepirà il testo licenziato venerdì per via legislativa alla Camera.
A confermare che a Palazzo Madama il ddl Alfano, ribattezzato svuota-carceri, non potrà essere affrontata prima della pausa estiva, è il presidente della commissione Giustizia, Filippo Berselli (Pdl). “Non abbiamo una finestra - dice - la commissione verrà convocata in via straordinaria solo lunedì 2 agosto, assieme alla Affari costituzionali, per il Codice Antimafia che deve essere in aula martedì. Tra l’altro - aggiunge il senatore - il Codice arriverà in assemblea quasi sicuramente senza relatore. Con un solo giorno d’esame in commissione non ce la facciamo ad approvare il testo”.

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget