L'Associazione Il Detenuto Ignoto nasce con l'intento di affermare e promuovere i diritti dei cittadini detenuti, in attuazione di quanto disposto dall'articolo 27 della Costituzione italiana. Il Detenuto Ignoto in questi anni è stata animatrice di importanti iniziative, attraverso lo studio delle realtà e delle politiche del sistema penitenziario italiano, la consulenza e la produzione legislativa, il coordinamento di comitati, l'organizzazione di seminari, convegni, eventi e manifestazioni.

COME CONTATTARE L'ASSOCIAZIONE:

email: Info@DetenutoIgnoto.com


Via di Torre Argentina 76, presso Partito Radicale 00186 Roma





mercoledì 25 agosto 2010

Carceri: Pd, chiudere il penitenziario di San Sebastiano a Sassari

Roma, 25 ago. (Adnkronos) - Il presidente delll'associazione A Buon Diritto, Luigi Manconi e i parlamentari sardi del Pd Arturo Parisi, Guido Melis e Gianpiero Scanu, Arturo Parisi, assieme al segretario dell'associazione Detenuto Ignoto, Irene Testa chiedono "la chiusura immediata del carcere di San Sebastiano a Sassari, perche' nel collasso generale del sistema penitenziario italiano rappresenta una situazione particolarmente drammatica e palesemente non riformabile". L'istituto viene descritto come "fatiscente, dove i wc sono a vista e collocati nello stesso ambiente dove i detenuti dormono e cucinano, dove sono ospitati 90 tossicomani senza il supporto di alcun psicologo, dove il caldo d'estate e il freddo d'inverno costituiscono due autentiche forme di supplizio". inoltre, "il sovraffollamento e' superiore a quello medio delle carceri italiane e mancano beni di primissima necessita'. Tutto cio' mentre i lavori per la realizzazione del nuovo carcere di Sassari, in localita' Bancali, appaltati alla ditta Anemone, sono tenuti in stato di assoluta e immotivata segretezza, senza che alcuna informazione venga fornita agli amministratori locali, ai cittadini, ai parlamentari che da tempo sollecitano risposte adeguate". Per Manconi, Parisi, Melis, Scanu e Testa, "si conferma cosi' che il piano carceri costituisce un vero e proprio diversivo per un governo che si mostra totalmente incapace di assumere qualunque provvedimento in materia". Sul tema, hanno presentato un esposto denuncia "alla Procura della Repubblica di Sassari, perche' intervenga nei tempi piu' rapidi possibili per accertare lo stato di illegalita' in cui versa il carcere di San Sebastiano; e alla asl di Sassari e al sindaco della citta' sarda, titolari di competenze in materia igienico sanitaria".
(Sin/Col/Adnkronos)

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget