L'Associazione Il Detenuto Ignoto nasce con l'intento di affermare e promuovere i diritti dei cittadini detenuti, in attuazione di quanto disposto dall'articolo 27 della Costituzione italiana. Il Detenuto Ignoto in questi anni è stata animatrice di importanti iniziative, attraverso lo studio delle realtà e delle politiche del sistema penitenziario italiano, la consulenza e la produzione legislativa, il coordinamento di comitati, l'organizzazione di seminari, convegni, eventi e manifestazioni.

COME CONTATTARE L'ASSOCIAZIONE:

email: Info@DetenutoIgnoto.com


Via di Torre Argentina 76, presso Partito Radicale 00186 Roma





mercoledì 28 luglio 2010

CARCERI:FROSINONE;DETENUTO TENTA SUICIDIO,AGENTE LO SALVA

(ANSA) - ROMA, 28 LUG - Nel pomeriggio di ieri un detenuto del carcere di Frosinone ha tentato di suicidarsi nella sua cella. Approfittando della distrazione del proprio compagno di cella ha legato alle sbarre della finestra i lacci delle scarpe usandoli come cappio. Il tempestivo intervento dell'agente di sorveglianza ha salvato la vita al detenuto, che e' stato ricoverato in gravissime condizioni all'ospedale di Frosinone dove si trova tutt'ora nel reparto di terapia intensiva.

Lo riferisce il segretario regionale della Uil Pa Penitenziari, Daniele Nicastrini, sottolineando come quello di ieri sia il terzo tentativo di suicidio sventato dalla polizia penitenziaria di Frosinone nel giro di due settimane. Sono,invece, 72 i suicidi sventati in cella dalla polizia penitenziaria dal primo gennaio ad oggi, sull'intero territorio nazionale. ''Occorre dare atto al personale di Frosinone -
spiega - di aver impedito, con tempestivi interventi, nel giro di poco piu' di 15 giorni a tre detenuti di portare alle estreme conseguenze i loro insani gesti''.
''Cio' nonostante - aggiunge - si sia costretti a lavorare in sottorganico. Evidentemente la professionalita' e l'esperienza dei nostri colleghi sopperisce alle lacune degli organici. E'del tutto evidente, pero', che nel personale ogni giorno si
assottigliano le riserve di energie psico-fisiche ed ogni giorno aumentano la frustrazione e la demotivazione per dover lavorare in condizioni oggettivamente penalizzanti. L'istituto continua ad essere sovraffollato con la presenza di oltre 510 detenuti a fronte di una ricettività pari a 315''. Il prossimo 3 Agosto una
delegazione della Uil Pa Penitenziari visitera' il carcere di Frosinone.(ANSA).

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget