L'Associazione Il Detenuto Ignoto nasce con l'intento di affermare e promuovere i diritti dei cittadini detenuti, in attuazione di quanto disposto dall'articolo 27 della Costituzione italiana. Il Detenuto Ignoto in questi anni è stata animatrice di importanti iniziative, attraverso lo studio delle realtà e delle politiche del sistema penitenziario italiano, la consulenza e la produzione legislativa, il coordinamento di comitati, l'organizzazione di seminari, convegni, eventi e manifestazioni.

COME CONTATTARE L'ASSOCIAZIONE:

email: Info@DetenutoIgnoto.com


Via di Torre Argentina 76, presso Partito Radicale 00186 Roma





mercoledì 28 luglio 2010

Apc-Carceri/ Da ieri protestano detenuti di Alta sicurezza ad Asti


Vogliono iniziare sciopero fame e sete contro sovraffollamento


Roma, 28 lug. (Apcom) - Da ieri pomeriggio i 51 detenuti,classificati Alta sicurezza, ristretti nella sezione 3 B della carcere di Asti hanno cominciato una rumorosa protesta: ad orari prestabiliti, battono le stoviglie sulle grate e sui cancelli delle celle. Hanno, inoltre, comunicato l'intenzione di voler intraprendere uno sciopero della fame e della sete e da ieri sera hanno riposto al di fuori delle celle i generi alimentari. La protesta, spiegano, è contro il sovraffollamento delle celle, ma i detenuti contestano anche l'applicazione nei loro confronti dell'articolo 4 bis dell'ordinamento penitenziario. Lo rende noto il vice segretario regionale della Uil Pa Penitenziari Piemonte Orazio Malatesta: nelle celle, originariamente destinate ad ospitare un solo detenuto, attualmente se ne trovano due ed in qualche caso anche tre.

"E' molto probabile che a questa protesta possano aderire anche i 58 detenuti ristretti nell'altra sezione Alta sicurezza, la 3 A - spiega Malatesta - si tratta prevalentemente di detenuti la cui appartenenza ad associazioni criminali di stampo mafioso, camorrista o 'ndranghetista ha determinato la specifica classificazione di Alta Sicurezza".

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget