L'Associazione Il Detenuto Ignoto nasce con l'intento di affermare e promuovere i diritti dei cittadini detenuti, in attuazione di quanto disposto dall'articolo 27 della Costituzione italiana. Il Detenuto Ignoto in questi anni è stata animatrice di importanti iniziative, attraverso lo studio delle realtà e delle politiche del sistema penitenziario italiano, la consulenza e la produzione legislativa, il coordinamento di comitati, l'organizzazione di seminari, convegni, eventi e manifestazioni.

COME CONTATTARE L'ASSOCIAZIONE:

email: Info@DetenutoIgnoto.com


Via di Torre Argentina 76, presso Partito Radicale 00186 Roma





venerdì 26 settembre 2008

Giustizia: allarme dell'Osapp; troppi detenuti e pochi operator

Apcom, 26 settembre 2008

L’Organizzazione Sindacale Autonoma della Polizia Penitenziaria lancia l’allarme sul fenomeno del sovraffollamento delle carceri e sulle difficoltà dell’amministrazione penitenziaria per arrivare al cuore discussione politica.
"Parlare di riforme sembra adesso non avere più alcun senso, come vuoto è sembrato essere il nostro richiamo dopo i tragici fatti di Castel Volturno - dice il segretario generale dell’Osapp, Leo Beneduci -. I richiami servano a poco rispetto a chi prefigura ancora oggi la possibilità di un cambiamento attraverso singole iniziative, o attraverso politiche aleatorie come per il braccialetto elettronico o il rimpatrio degli stranieri nei loro paesi d’origine".
"I detenuti sono arrivati a quota 56.226 e non ci sono gli uomini incaricati alla rieducazione. Rispetto ad un organico di 10.189 operatori amministrativi e tecnici, 3.606 sono le unità di personale mancanti, e le restanti non sempre sono applicate al carcere - prosegue Beneduci - .Una situazione drammatica che configura, ad un completamento della dotazione prevista di 41.233 agenti di Polizia Penitenziaria, 5.180 poliziotti che non rispondono all’appello.

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget